Cerca nel sito

Risotto alla Crema di Rape, con Porcini e Tamarindo

Ricetta inviata da marisaserafini il 10/23/2004

Era da un po' che mi scervellavo per trovare un uso del tamarindo che non fosse il succo, tra l'altro buonissimo, devo dire che il risultato mi ha soddisfatta. Si sente, gustando il risotto, un retrogusto acidulo ma non troppo che da un sapore particolare.Non so se in Italia vendono la polpa oppure il concentrato, ma credo non sia difficile reperirlo. Mi raccomando che non sia il succo zuccherato!



Ingredienti
  • riso carnaroli
  • funghi porcini secchi
  • un pugno di polpa di tamarindo
  • rape
  • noci
  • miele
  • aceto balsamico
  • parmigiano reggiano
  • brodo
  • porri
  • radice di zenzero
  • timo
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • pepe
  • burro per mantecare
Preparazione

Versare sul tamarindo messo in una ciotola, abbondante acqua bollente e lasciare in infusione per almeno un'ora.

Mettere in ammollo i funghi in brodo tiepido.

Cuocere a vapore le rape fino a che siano tenere.

Quindi sbucciarle, tagliarle in quattro e metterle nel frullatore con un bel pezzotto di zenzero ed il brodo, frullare sino ad ottenere una crema piuttosto liquida che verrÓ usata per cuocere il risotto.

Affettare i porri a rondelle e rosolarli in olio.

Filtrare il tamarindo schiacciando per bene la polpa con un cucchiaio in modo da ricavarne tutto il succo.

Versare il riso e tostare, quindi aggiungere il succo di tamarindo e, continuando a girare, poco prima che venga assorbito del tutto, aggiungere i funghi ben strizzati.

Continuare la cottura del risotto usando la crema di rape.

Su un foglio siliconato o carta da forno formate con il formaggio (grattugiato insieme a qualche noce) dei dischi, uno per ogni piatto con cui servirete il risotto; fate dorare in forno e spegnete lasciando raffreddare.

A questo punto il risotto dovrebbe essere pronto perci˛ unite le foglioline di timo e mantecate.

In un padellino a parte sciogliete del miele con un goccio di aceto balsamico, fate caramellare leggermente e unite i gherigli di noce a metÓ: avvolgeteli bene nel caramello.

Preparate i piatti per servire e su ognuno appoggiate il disco di parmigiano.

Ora, l'ideale sarebbero i cilindri di acciaio ma, in mancanza potreste usare delle piccole scodelline con il qualche dare forma al riso che poi rovescerete su ogni disco.

Al limite usate un cucchiaio e date una forma arrotondata.

Guarnite con le noci caramellate e date una generosa macinata di pepe.

Fotografie
Risottino porcini e tamarindo
Autore
marisaserafini

E siamo arrivati al 2007!

Cooker- dipendente da sei anni e non ho nessuna intenzione di smettere.

NovitÓ?

Se tutto va come dovrebbe ,quest`anno arriveranno cambiamenti importanti per noi ma, per scaramanzia, non dico di pi¨.

Per il resto,a parte l`etÓ che Ŕ in continua ascesa, me tapina, son sempre Acquariana del `52, il padre Ŕ lo stesso napoletano e la mamma friulana,finchŔ la salute tiene!

Trapiantata a Milano a dieci anni, dove ho vissuto e lavorato fino ai quaranta,nel 1992 sono partita per il Venezuela, e, nonostante alti e bassissimi,sono ancora qui.

Pamela, mia figlia, vive sempre ad Hannover con Pieter e prole , Vivian & Malcolm ,+ due tigri definite gatti per scherzo.

Andrea vive e lavora a Milano.

Continuo imperterrita con i miei esperimenti in cucina, fino ad ora la Cavia Adriano sembra apprezzare ed Ŕ sempre disposto a scattare qualche foto.

Difficile che io manchi all`appuntamento giornaliero con il Mondo Giallo, sono un'ospite piuttosto silente, vuoi per timidezza cronica, vuoi perchŔ a volte mi sento fuori posto non vivendo pi¨ la realtÓ italiana, un'Italia che mi manca da morire, ma questo non mi impedisce di seguirVi religiosamente.

(agg. 2/2007)

Condividi questa pagina:

Permalink url: http://www.cooker.net/doc/2EEAFD4E707B570786256F3400670667